SETTIMANA DELLA GENTILEZZA

                                                         SETTIMANA DELLA GENTILEZZA

                                                      

                            DALL' 11 AL 16 Novembre 2019

 

"La gentilezza ci consente di allentare le continue difficoltà della vita, le nostre e quelle degli altri, di essere aperti agli stati d’animo e alla sensibilità degli altri, di interpretare le richieste di aiuto che giungano non tanto dalle parole quanto dagli sguardi e dai volti degli altri: familiari, o sconosciuti…La gentilezza è un ponte anche perché ci fa uscire dai confini del nostro io, della nostra soggettività, e ci fa partecipare della interiorità, della soggettività, degli altri; creando invisibili alleanze, invisibili comunità di destino, che allentano la morsa della solitudine, e della disperazione, aprendo i cuori ad una diversa speranza, e così ad una diversa forma di vita».

Eugenio Borgna, La dignità ferita, Feltrinelli (2015)

L' Istituo Comprensivo aderisce alla SETIMANA DELLA GENTILEZZA  attraverso la realizzazione di attività e la diffusione di momenti di riflessione sul valore della gentilezza come strumento per rendere il mondo un luogo migliore. 

Nell'ottica della collaborazione e  della corresponsabilità educativa di scuola e famiglia, si invitano le famiglie a condividere, con i  propri figli, momenti di confronto sul valore e l'importanza della gentilezza, offerta e ricevuta, motore di relazioni positive basate su scambi, parole e sguardi accoglienti. 

La Dirigente Scolastica

Paola Ercolano 

Referenti del progetto: Prof.sse Valeria Pancucci - Letizia Cimini

Tu sei qui

Sanzioni per mancata comunicazione dei dati

Dlsg 33/2013 - Articolo 47 Sanzioni per casi specifici

1 - La mancata o incompleta comunicazione delle informazioni e dei dati di cui all'articolo 14, concernenti la situazione patrimoniale complessiva del titolare dell'incarico al momento dell'assunzione in carica, la titolarita' di imprese, le partecipazioni azionarie proprie, del coniuge e dei parenti entro il secondo grado, nonche' tutti i compensi cui da diritto l'assunzione della carica, da' luogo a una sanzione amministrativa pecuniaria da 500 a 10.000 euro a carico del responsabile della mancata comunicazione e il relativo provvedimento e' pubblicato sul sito internet dell'amministrazione o organismo interessato.

2 - La violazione degli obblighi di pubblicazione di cui all'articolo 22, comma 2, da' luogo ad una sanzione amministrativa pecuniaria da 500 a 10.000 euro a carico del responsabile della violazione. La stessa sanzione si applica agli amministratori societari che non comunicano ai soci pubblici il proprio incarico ed il relativo compenso entro trenta giorni dal conferimento ovvero, per le indennita' di risultato, entro trenta giorni dal percepimento.

3 - Le sanzioni di cui ai commi 1 e 2 sono irrogate dall'autorita' amministrativa competente in base a quanto previsto dalla legge 24 novembre 1981, n. 689.

Questo sito aderisce al progetto Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici, nell'ambito del Progetto "Un CMS per la scuola" - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.